News



Iscriviti alla Newsletter

E-Mail:

Statistiche

Tot. visite contenuti : 378005

Cerca

Giornata introduttiva di formazione in integrazione fasciale 2014
Domenica 01 Luglio 2012 22:51

 

Data della giornata: domenica 12 ottobre 2014

 

Si svolge nella giornata di Domenica dalle ore 10 alle ore 18

 

La giornata è aperta sia a tutti coloro che hanno già avuto esperienza con l'integrazione fasciale e che conoscono le integrazione fasciale connettivo formazione docenti montanari marco pratica esperienziale myersmodalità di lavoro sul tessuto connettivo, sia a tutti coloro che ancora non sono conoscono questo metodo di lavoro e vogliono iniziare a praticarlo.

L'integrazione fasciale è un compendio completo di interventi professionali sulla muscolatura che agisce su tutti i sistemi volontari e involontari del corpo. Le manovre si estendono su tutto il tessuto connettivo; esso oltre a costituire la base dei muscoli e delle fibre unisce, senza soluzione di continuità, ogni parte dell'anatomia e connette il sistemintegrazione fasciale connettivo formazione docenti montanari marco pratica esperienziale myers 2a muscolare a quello scheletrico, nervoso, endocrino, circolatorio, respiratorio, immunitario. Ogni lavoro sulla fascia attiva direttamente tutte queste aree fondamentali e correlate dell'essere umano.

La giornata è suddivisa in sezioni prevalentemente pratiche ed esperienziali. Si introdurranno le prime manovre del lavoro fasciale direttamente sul corpo e gli scambi verranno eseguiti tra gli allievi. Verranno illustrati i principi del lavoro di integrazione fasintegrazione fasciale connettivo formazione docenti montanari marco pratica esperienziale myers 3ciale e le tecniche pratiche con le quali ogni operatore utilizzerà progressivamente il peso e calibrerà l'intervento su aree specifiche del corpo. Ogni manovra ha durata variabile, da un minuto a diversi minuti. Si praticherà attraverso l'uso delle dita, pugni, nocche, gomiti e mani. In questo i tessuti modo verranno invitati a distendersi.

Verranno illustrate le linee teoriche secondo le più recenti scoperte dei "Meridiani Miofasciali", l'importante testo di Thomas Myers: le "mappe" dei meridiani sono un importante tracciato degli schemi recalcitranti di tutta la rete. Inoltre al fine di ottenere un rilascio completo si introdurranno le teorie sulle corazze caratteriali e sulle emozioni correlate che costringono il corpo e la mente a condizioni stereotipate. In questo caso verranno illustrati i sette anelli individuati da Wilhelm Reich. Essi sono come cinture che si stringono attorno ad occhi, bocca, collo, torace, diaframma, addome e bacino. Una particolare enfasi verrà data all'uso del respiro e alle tecniche fasciali specifiche che favoriscono l'attivazione involontaria della muscolatura, il rilascio emotivo e il ripristino delle funzionalità motorie.

Le sessioni verranno sempre illustrate e monitorate con il supporto di strumenti multimediali, modelli anatomici e dimostrazioni dal vivo.

Vedi ulteriori informazioni sulla formazione in integrazione fasciale al sito ufficiale della formazione

www.integrazionefasciale.it

Il costo della giornata è di 50 euro, (che verranno scalate dall'iscrizione alla formazione di integrazione fasciale 2014), più il costo della tessera associativa di 15 euro.

 

 iscriviti qui alla giornataintroduttiva di integrazione fasciale del 12 Ottobre 2014

dati 2

 

Docenti: Marco Montanari e Fabrizio Zambonelli

Ultimo aggiornamento Lunedì 21 Luglio 2014 18:04
 
Formazione in integrazione fasciale
Martedì 11 Novembre 2008 09:49

 Il Mondo della Fascia
Formazione in Integrazione Fasciale

Manovre sulla struttura miofasciale

 Inizio del corso 31 GENN. - 01 FEBBR. 2015

Si svolge in 10 seminari di 2 giorni ciascuno Sabato e Domenica

 

Date degli incontri 2015

31 GENN. - 01 FEBBR. 2015    Panoramica linee e segmenti - linea posteriore

21 – 22 FEBBRAIO 2015   Carattere schizoide - Linea posteriore

21 – 22 MARZO 2015   Carattere orale - Linea anteriore

18 – 19 APRILE 2015   Carattere orale - Linea anteriore

30 – 31 MAGGIO 2015   Carattere aggressivo - Linea laterale

20 – 21 GIUGNO 2015   Carattere aggressivo - Linea laterale

12 – 13 SETTEMBRE 2015    Carattere masochista - Linea spirale

24 – 25 OTTOBRE 2015   Carattere masochista - Linea profonda

21 - 22 NOVEMBRE 2015   Carattere rigido - Linea profonda

05 - 06 DICEMBRE 2015   Carattere rigido - linee delle braccia

 

 

Il corso si svolgerà presso il Centro di Psicosintesi

Via San Gervasio, 4 - 40121 Bologna

Telefono e fax: +39 051 521656 - 3288398004

www.integrazionefasciale.it - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

pdfScarica qui la brochure della formazione in integrazione fasciale 2015.pdf897.78 KB21/07/2014, 20:08



Iscriviti qui alla formazione in integrazione fasciale 2015

 

dati 2

 

Tipo di corso:

Approfondimento per terapie manuali

Durata:

10 week-end di formazione (140 ore)

Data Inizio

31 GENN. - 01 FEBBR. 2015

Sede:

Centro di Psicosintesi Bologna

Costi:

€1490,00 per le iscrizioni presentate entro il 18 Ottobre 2014

€1590,00 per le iscrizioni presentate dopo il 18 Ottobre 2014

Docenti:

Dott. Marco Montanari,ideatore dell'Integrazione Fasciale, direttore del corso e referente didattico. Psicologo psicoterapeuta specializzato in psicoterapia ad indirizzo fenomenologico esistenziale e gestaltico. Da molti anni si dedica alla terapia corporea, ha maturato un metodo di rilascio fasciale che va dall'Integrazione Posturale di Jack Painter ai più importanti metodi di intervento corporeo come il Rolfing, la Bioenergetica, l'approccio fenomenologico esistenziale, la terapia della Gestalt e il Craniosacrale.

Dott. Fabrizio Zambonelli, senior tutor e referente didattico. Fisioterapista e Esperto in Antiginnastica®. Ha approfondito da sempre le principali metodiche di riabilitazione individuali e di gruppo. Ha trattato i correlati emozionali insiti al lavoro corporeo attraverso la Bioenergetica, il lavoro con A.C. Jodorowsky e lo studio e la pratica dell'Integrazione Fasciale. Si è specializzato in Counseling Centrato sul Senso (CCS), secondo V.E. Frankl. Lavora in Italia e all'estero restituendo in forma dinamica la propria esperienza.

Il corso è in collaborazione con la pubblicazione e la diffusione italiana del libro “Meridiani Miofasciali” di Thomas Myers.: www.antomytrains.it   

 

Vedi ulteriori informazioni sulla formazione in integrazione fasciale al sito ufficiale della formazione

www.integrazionefasciale.it


Formazione in integrazione fasciale

La formazione in Integrazione Fasciale è un lavoro corporeo olistico. Un compendio completo di interventi professionali sulla muscolatura che agiscono su tutti i sistemi7a_thomas_myers_tessuto_connettivo_dolori_muscolari_seminari_postura_bioenergetica_meridiani_miofasciali_psicoterapeuta_bologna1
volontari e involontari del corpo. Le manovre si estendono su tutto il tessuto connettivo; esso oltre a costituire la base dei muscoli e delle fibre unisce, senza soluzione di continuità, ogni parte dell'anatomia e connette il sistema muscolare a quello scheletrico, nervoso, endocrino, circolatorio, respiratorio, immunitario. Ogni lavoro sulla fascia attiva direttamente tutte queste aree fondamentali e correlate dell'essere umano. Si considerano le relazioni tra le azioni fisiche e quelle emotive e mentali in una visione d'insieme degli schemi strutturali della personalità. Vengono tenuti in 2a_thomas_myers_tessuto_connettivo_dolori_muscolari_seminari_postura_bioenergetica_meridiani_miofasciali_psicoterapeuta_bologna1considerazione gli impatti ambientali e i sistemi di credenze consolidati che agiscono drammati camente come traumi fisici sul nostro corpo e sul nostro essere, creando nel tempo nuovi e sempre mutevoli schemi di tensione e di scompenso. Il corpo diventa quindi un contenitore di vissuti e pesi (soma) che avvengono troppo in fretta e non sono talvolta elaborati in modo completo. Possiamo quindi immaginare ogni contrazione cronica come un deposito di memorie psichiche
e fisiche delle quali non si è preso coscienza e alle quali non si è data risoluzione. Lo scopo principale della formazione sarà quello di lavorare sugli aspetti importanti che mantengono queste restrizioni muscolari, per risolverle definitivamente e riportare il corpo alla sua originaria fluidità. Per questo una particolare enfasi verrà data all'uso del respiro e a tecniche fasciali specifiche che favoriscono l'attivazione involontaria della muscolatura, il rilascio emotivo e il ripristino delle funzionalità motorie. Spesso cadiamo nell'abitudine di vedere il nostro corpo come un oggetto, un utensile che si è rotto e non funziona bene, lo portiamo a "riparare" da una persona che conosca bene la "meccanica" del problema e possa eliminare il fastidio nel minor tempo possibile e nel modo più indolore. Ma purtroppo una parte espressiva ed emotiva si nasconde sempre dietro questi disagi. La formazione di ogni integratore fasciale non tralascia tutti gli aspetti che, dietro le quinte, mantengono tali scompensi posturali. Ci sarà quindi un lavoro specifico sia sulla conoscenza del tessuto connettivo che sulla gestione di tutti i vissuti emergenti nei trattamenti. La formazione degli operatori si specializzerà sulla tecnica e sulle abilità necessarie per accompagnare la persona dentro le dinamiche che affioreranno nella liberazione somatica.

 

Contenuti del master

Il lavoro fasciale agisce sul rilascio delle tensioni muscolari. Ogni operatore utilizza progressivamente il suo peso e calibra l'intervento su aree specifiche del corpo. Le manovre hanno una durata variabile, da un minuto a 5_fascia_thomas_myers_tessuto_connettivo_dolori_muscolari_seminari_postura_bioenergetica_meridiani_miofasciali_psicoterapeuta_bologna1
diversi minuti. Attraverso l'uso delle dita, pugni, nocche, gomiti e mani, i tessuti vengono invitati distendersi ed assumono una consistenza sempre più flessibile, elastica e malleabile. In questa fase il cliente interagisce con l'operatore: tende, rilascia e muove lentamente l'arto interessato. Si crea così uno scambio dinamico e interattivo. Le azioni sulla corazza caratteriale sono profonde. Un graduale e incisivo movimento rende le fibre più fluide e permette di accedere alle attitudini trattenute. Con l'intento di sostenere l'espressione dei vissuti rimossi, l'operatore agisce su tutti gli aspetti della persona, non solo fisici quindi, ma anche mentali, emotivi, e respiratori. Si ristabiliscono così le armoniche interazioni tra il sistema scheletrico, nervoso, endocrino, circolatorio, respiratorio e immunitario. Il riassetto posturale è un ritrovato equilibrio di tutte queste funzioni che portano a una nuova propriocezione del corpo oltre a contribuire alla trasformazione degli aspetti più disfunzionali e nevrotici della personalità. Il calore, le vibrazioni, le correnti piezoelettriche, i formicolii e gli scatti involontari della muscolatura sono per ogni integratore fasciale chiari segni del fatto che sta avvenendo un rilascio completo del tessuto, sono anche l'espressione concreta delle "energie" trattenute in esso. Queste correnti energetiche si distribuiscono in diversi livelli: lunghezza, larghezza e profondità. In tutto il corpo dunque. Una liberazione completa prevede l'intervento su tutte le dimensioni, senza 4_fascia_thomas_myers_tessuto_connettivo_dolori_muscolari_seminari_postura_bioenergetica_meridiani_miofasciali_psicoterapeuta_bologna11
esclusione alcuna. Per questo motivo le catene muscolari dei meridiani che vanno dal cranio alla pianta del piede saranno trattate secondo le più recenti scoperte tratte dai "Meridiani Miofasciali", l'importante testo di Thomas Myers. Le "mappe" dei meridiani sono un tracciato degli schemi recalcitranti di tutta la rete longitudinale. Per agire sulle restrizioni dei segmenti paralleli al corpo invece si prendono in considerazione i sette anelli individuati da Wilhelm Reich. Essi sono come cinture che si stringono attorno ad occhi, bocca, collo, torace, diaframma, addome e bacino. In queste aree si agisce con tecniche bioenergetiche di Alexander Lowen che danno enfasi alla respirazione e alle pratiche di attivazione neurovegetativa. Viene così facilitata la destrutturazione delle corazze caratteriali nei cinque caratteri fondamentali. Non saranno escluse le zone più profonde del cuore e del bacino raggiunte attraverso esperienze più complete. Tutti i riferimenti teorici, adeguatamente coordinati, sono racchiusi nella sintesi del lavoro di Integrazione Fasciale. Ogni allievo acquisirà nel percorso un vocabolario di tecniche e di modelli di intervento che lo renderanno in grado di operare adeguatamente e creativamente sulla riorganizzazione del carattere e della postura.

 

Introduzione al corso

Abbiamo nozioni riguardo alle ossa e ai muscoli, tutto viene trattato in dettaglio nell'anatomia classica (dopotutto "anatomia" significa "separare parti"), ma viene spesso tralasciato lo studio delle funzioni che uniscono e collegano tali parti. vesalio_impiccato1La maggioranza dei professionisti quando pensano alla struttura corporea si basano sul funzionamento dei singoli elementi o di aree specifiche di essi. Come sottolineano Schultz e Feitis il concetto "muscolo-osso" presentato nelle descrizioni anatomiche classiche offre un modello puramente meccanico del movimento. Viene separato il movimento in funzioni distinte ignorando la prospettiva dell'integrazione osservabile in un intero corpo vivente. Infatti quando una parte del corpo si muove, l'intero corpo si muove. Da un punto di vista funzionale il solo tessuto che può mediare queste interazioni è il tessuto connettivo." Il tessuto connettivo lega ogni cellula del corpo alle cellule vicine, connette persino la rete interna di ogni cellula allo strato meccanico del corpo. Comprendere il ruolo della fascia nei movimenti, nelle distorsioni posturali e nelle funzioni di ogni apparato è un punto di incontro e di interesse per medici, fisioterapisti, psicologi, terapisti del corpo ed esperti del movimento in genere. Prese nell'insieme le cellule del tessuto connettivo e i loro prodotti funzionano come un continuum, come se costituissero una sorta di "organo della forma". La nostra scienza ha impiegato molto tempo a studiare le interazioni molecolari che comprendono il nostro funzionamento, mentre ha approfondito meno il modo in cui esse prendono forma. Si dice che la nostra forma sia completamente descritta in anatomia, ma non il modo in cui essa "vive e pensa", un argomento ancora in completa evoluzione e ancora tutto da scoprire (dal libro Meridiani Miofasciali, Thomas Myers, Tecniche Nuove 2006).

  

 

libro_meridiani_miofasciali1

 

 

Programma didattico

Il corso è suddiviso in dieci sezioni della durata di due giorni ciascuna. Le lezioni saranno prevalentemente pratiche ed esperienziali. Gli allievi durante il lavoro sono lasciati liberi di sperimentare direttamente sul corpo le manovre e le tecniche. Ogni sessione verrà sempre illustrata e monitorata. Le lezioni si svolgeranno con il supporto di strumenti multimediali, modelli anatomici e dimostrazioni dal vivo. Ci saranno valutazioni ed esercizi pratici dei trattamenti, si forniranno inoltre di volta in volta schede tecniche e riassunti didattici. Al termine di ogni incontro verranno assegnati homework ed esercitazioni. Le difficoltà saranno condivise nell'esperienza di gruppo. L'organizzazione del corso è sia un arricchimento professionale sia un'occasione per svolgere un vero e proprio percorso personale. Al termine è prevista l'esposizione di un caso clinico per valutare la sedimentazione e la comprensione delle tematiche. Sarà utile ai fini del rilascio dell'attestato conclusivo.

 

 

5a_thomas_myers_tessuto_connettivo_dolori_muscolari_seminari_postura_bioenergetica_meridiani_miofasciali_psicoterapeuta_bologna1 6a_thomas_myers_tessuto_connettivo_dolori_muscolari_seminari_postura_bioenergetica_meridiani_miofasciali_psicoterapeuta_bologna1
Analisi posturale Scambio delle manovre

 


Iscrizioni al corso :

La domanda di iscrizione può essere presentata presso la segreteria del Centro di Psicosintesi Via San Gervasio, 4 - 40121 Bologna.

Telefono e fax: +39 051 521656 – 3288398004 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

pdfScarica quila brochure della formazione in integrazione fasciale 2015.pdf897.78 KB21/07/2014, 20:08

Iscriviti qui alla formazione in integrazione fasciale 2015

dati 2







I posti disponibili sono limitati e verranno assegnati fino all'esaurimento in base alle qualificazioni professionali e alla data di consegna del modulo di iscrizione.

 

  

2_masterclass_thomas_myers_tessuto_connettivo_dolori_muscolari_seminari_postura_bioenergetica_meridiani_miofasciali_psicoterapeuta_bologna thomas_myers_1_1_masterclass_tessuto_connettivo_dolori_muscolari_seminari_postura_bioenergetica_meridiani_miofasciali_psicoterapeuta_bologna
Foto masterclass anno 2006 - 2007 Foto masterclass anno 2007 - 2008

 


Qui sotto alcuni commenti riportati da alcuni allievi del master al termine degli incontri:

M.B. LAUREATO IN MEDICINA E CHIRURGIA: "ottimo come integrazione, presentazioni chiare ed esaurienti, credo che le capacità pratiche migliorino soprattutto con l'esperienza, è buono l'alto contenuto di pratica in questo corso, ma la pratica personale è di gran lunga più importante a tal fine."

B.M. LAUREATO IN SCENZE MOTORIE: "molto interessante, una materia ed un approccio nuovo. Le presentazioni son o chiare con una adeguata dimostrazione pratica. Sicuramente è migliorato il mio modo di interagire con la persona, un approccio più sicuro anche a livello di percezione puramente tattile. Credo di essere migliorato."

S.C. OPERATRICE SCHIATSU: "Più di quello che mi ero immaginata, si è spostato il mio limite che mi ero data sulle possibilità di intervento. Mi sento più in grado di affrontare il disagio ed il dolore, perché ho affrontato molto di questo su di me sia praticando che ricevendo."

N.G. KINESIOLOGA TRANSAZIONALE: "ho imparato tecniche nuove e ne ho acquisite altre con maggiore consapevolezza in ciò che conoscevo già."

R.G. OSTEOPATA POSTURALE: "sono migliorato nell'analisi posturale ed ho una migliore comprensione della relazione postura/fascia e tensioni relative."

P.C. FISIOTERAPISTA: "le mie capacità pratiche durante i week end sono progredite e credo sia fondamentale la pratica tra un seminario e l'altro per armonizzare bene le manovre sulla fascia."

Con alcuni allievi portiamo avanti una collaborazioni professionali e verifichiamo l'efficacia del lavoro fasciale profondo nelle diverse casistiche presentate, come problemi di deambulazione, di artrite reumatoide o altre manifestazioni psicosomatiche.
Alla sezione "progetto" di questo sito è possibile visionare relazioni di alcuni lavori svolti:

Clicca qui per andare alla sezione "progetto"

Puoi consultare anche i seguenti articoli per maggiori dettagli teorici del lavoro corporeo:

Lavoro corporeo sistema nervoso ed emozioni

Manipolazione fasciale e vissuto della persona

Mente e corpo nel lavoro sulla fascia

 

DIAGRAMMA DEL FLUSSO DEL RESPIRO E DEI RISPETTIVI BLOCCHI PER GENTILE CONCESSIONE DI JACK PAINTER E DELLA SUA SCUOLA DI INTEGRAZIONE POSTURALE:

integrazione_posturale_psicoterapeuta_bologna_11 integrazione_posturale_psicoterapeuta_bologna1
Onda energetica Jack Painter (senza blocchi) Onda energetica Jack painter (con blocchi)

 

 

 Le attività sono riservate ai soci

 

Torna alla home page

 

 

Si terranno delle conferenze introduttive nella giornata di

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 21 Luglio 2014 21:26
 
Master avanzato 1: linea frontale profonda
Lunedì 10 Novembre 2008 19:47

Integrazione Fasciale Avanzata
Approfondimanto sulla Linea Frontale Profonda


Data del corso sabato 22 e domenica 23 ottobre 2011.

Si svolge in 1 seminario di 2 giorni da sabato a domenica 

Il corso è aperto a tutti coloro che hanno già un'esperienza di manipolazione fasciale e che conoscono le modalità di lavoro sul tessuto che vengono utilizzate in queste due giornate. A tutti coloro che hanno già partecipato al "master di integrazione fasciale" di cinque incontri, due giornate ciascuna, organizzato dal centro I.S.I. In questo corso verranno sviluppate consistenti esperienze di lavoro sul tessuto connettivo profondo. Si accederà agli strati più profondi della fascia mediante manovre avanzate e ci sarà un approfondimento dell'utilizzo del respiro per favorire ancora più in profondità il rilascio dei tessuti.

Ultimo aggiornamento Giovedì 23 Giugno 2011 15:58
Leggi tutto...
 
Master avanzato 2: Paralleli miofasciali
Mercoledì 17 Dicembre 2008 13:00

Integrazione Fasciale Avanzata
Approfondimanto sui "Paralleli miofasciali

Data del corso: sabato 12 e domenica 13 Novembre 2011.

Si svolge in 1 seminario di 2 giorni da sabato a domenica

Il corso è aperto a tutti coloro che hanno già un'esperienza di manipolazione fasciale e che conoscono le modalità di lavoro sul tessuto che vengono utilizzate in queste due giornate. Aperto a tutti coloro che hanno già partecipato al "master di integrazione fasciale" di cinque incontri, due giornate ciascuna. In questo corso verranno sviluppate consistenti esperienze di lavoro sul tessuto connettivo profondo. Si accederà agli strati più profondi della fascia mediante manovre avanzate e ci sarà un approfondimento dell'utilizzo del respiro per favorire ancora più in profondità il rilascio dei tessuti.

Ultimo aggiornamento Giovedì 23 Giugno 2011 15:23
Leggi tutto...
 
Google+